Il portale della musica Heavy Metal
sei in Home » Interviste » Megadeth
Torna indietro


Line up:

Dave Mustaine – lead vocals, guitar
Chris Broderick – guitar, backing vocals
Dave Ellefson – bass, backing vocals
Shawn Drover – drums, percussion


In the steamy sunday afternoon, last day of Tuska, I got the chance to get to the ever steamier interview booth where I chatted about Mega-this and Mega-that with Shawn Drover, the drummer of the night’s headliner Megadeth. Since he was such a nice guy, I didn’t get a heart attack after all, despite my pulse was in an other dimension.

Heli: Now that you’ve been playing in Megadeth for 6 years, what are your feelings on that, have they changed as the years have passed or are you still excited like a little boy?

Drover: Yeah, I am. This is what I’ve always wanted to do, so yeah, its a lot of fun. Playing metal for people, it’s a good thing to do. I’m one of the lucky ones who get to make living out of playing music.

HV: Yep, there aren’t too many of those lucky ones. It sure is really rare.

D: Right, it’s a difficult industry to really be able to make a living. A lot of people struggle onwards, they go home and don’t have any money and it’s truly difficult. I’m really lucky to have this much. It’s great.

HV: And are you excited about tonight’s gig?

D: You mean today’s gig? It doesn’t get dark here! I love Finland, we always love playing here, we have had great times here. Last time we played in Helsinki it was couple of years ago and then we played in Sauna Open Air in 2005, which is also a great festival. It’s always great to come here, there’s tons of heavy metal freaks here and it’s a great place to be. Also a beautiful country, I love being here.

HV: So how was your last visit in Finland with Ensiferum and Volbeat etc.?

D: Yep, that’s right. We had a great time, Ice hall was it? The hockey ring? That was our guitar player Chris’ first show, we actually rehearsed here in Helsinki for about two or three days. Yeah, it was his first show and we had lot of fun. It was good time.

HV: You guys have good memories then!

D: Absolutely! I don’t know how you guys deal with the fact that there’s light all the time. I woke up last night at four o’clock and the sun was like shining.

HV: Yeah, but it’s practical if you’re coming home late from a bar so you find your way home easily!

D: Yeah, even though you’d be drunk you wouldn’t have difficulties on finding your hotel. But in the winter it’s dark, right?

HV: Yeah, really dark.

D: It’s an interesting place, I like this place. Finns are very passioned.

HV: Do you have any special festival memories in general? For example, I saw a clip of your show from Hellfest in ’07 in France and it seemed really awesome, people singing "A tout le monde" as a huge choir.

D: It was raining, it started raining really hard. But yeah, that was a lot of fun. I got a couple of friends just outside of Paris and they came to see the show. There’s so many festival gigs so you don’t necessarily remember all of them, but that day I definitely remember. That was lot of fun, that too. I’m having fun wherever I am, this is such a great job.

HV: So it doesn’t matter to you if it’s a festival gig or a club gig?

D: No, because you have to go and do your job. Wether we play for 1500 people in a theater or in front of 85 000 people in Sonisphere with Metallica in Poland. You have to put on a good show. They pay you money to go and entertain people. That’s what we do. We try to make everybody as happy as possible and so they can walk away being glad they spent that money to see the show.

HV: How was your tour with other big bands, for example the Big Four - tour and Sonisphere?

D: That was a lot of fun. It was like a heavy metal summer camp! We made lots of new friends, I had never met the Metallica guys and they were all really friendly. It was a blast, we had great time. We did 7 shows together, hopefully there will be more shows. I have no idea if we’re going to do more shows like the Big Four again, but hopefully we will. Let’s see.

HV: So it was a good experience?

D: It was a great experience. I think everybody who were involved can say that. We all had lot of fun.

HV: And how was the Rust in Peace - 20th anniversary thing?

D: That was fun, we’re not doing it today because when you play in a festival you might not have a full 90 minute. We try to play as much as we can of that, when we’re headliner we usually play that whole record. We filmed the 20th anniversary gig for a dvd, that’s coming out maybe this year. It was fun, fans really digged it and it’s a fun record to play.

HV: The show was also in the cinemas, right?

D: Yeah, the Big Four thing. That’s coming out on dvd too. It’s cool to show that in cinemas. My kids saw in on a theater and it was pretty cool. That dvd is coming out later this year. That’s an other great thing. There has been quite a lot of stuff going on this year, a new record, the dvds and the Big Four thing and other great festivals. It’s been a good year, we’re happy about that.

HV: How was your latest album in your opinion?

D: I think it’s really good, we’re happy about that. The songs are really solid and I like the production of it. There are really good songs in it. Yeah, I think it’s a really solid album and there are different kind of metal songs in it, like, not only fast and aggressive.

HV: So there was no lack of inspiration or anything like that during the album process?

D: No, I don’t think so. *laughs* Even after so many years we still get inspired. But you can go either way. We still do this cause we love to play. That’s the reason number one to keep going on. And of course, we have lots of fans who want us to play, it is a great thing too. That inspires us. That’s a great thing. We love it. I keep saying that! *laughs*
No, but it’s the truth. We’re still very inspired. After so many years you might think we wouldn’t be, but we definitely are. We’re going to continue what we do. We always try to do the best we can and try to make as many people happy as possible. Sometimes some records do better than others but you always do the best you can. We made a good solid record and fans really dig it and many critics do too. We’re grateful of all that.

HV: Any special plans for today’s gig?

D: Anything special? No. We’re just doing what we do and rolling over. We’re not sure yet which song’s we’re going to mix up and so on. It’s another show and we’re doing our job.


Durante l´ultimo giorno del Tuska Festival, in una caldissima domenica pomeriggio, ho avuto l´opportunitá di andare nell´ancor piú caldo stand-interviste dove ho chiacchierato a proposito di Mega-questo e Mega-quello con Shawn Drover, il batterista degli headliner di questa sera, i Megadeth. É un tipo cosí piacevole e disponibile che solo per un caso non mi é venuto un attacco di cuore, nonostante il mio battito cardiaco fosse a mille.

HV: Ora che suoni nei Megadeth da ormai 6 anni, come ti senti, e credi di esser cambiato col passare degli anni o ti senti ancora eccitato come un ragazzino?

Drover: Sí, lo sono ancora adesso. Questo é sempre ció che ho desiderato fare quindi assolutamente sí, é divertentissimo suonare heavy metal per la gente, é una bella cosa. Sono uno dei pochi fortunati che puó permettersi di campare con la musica.

HV: Giá, non ce ne sono molti di fortunati in tal senso. Di sicuro é una cosa piuttosto rara.

Drover: Si, é davvero un business difficile per permettersi di vivere di questo. Molte persone si fanno a pezzi per realizzare questo sogno, poi peró tornano a casa senza soldi ed é proprio difficile. Sono davvero fortunato ad avere cosí tanto. É una sensazione fantastica.

HV: Sei eccitato per il concerto di stasera?

Drover: Intendi forse dire il concerto di quest´oggi? Ahah, qui non diventa mai buio! Adoro la Finlandia, ci piace sempre poter suonare qui, trascorriamo ogni volta giornate meravigliose in questo paese. L´ultima volta che abbiamo suonato a Helsinki é stato un paio d´anni fa e prima ancora al Sauna Open Air nel 2005; anche quello é stato un festival eccezionale. É sempre bello tornare qui, ci sono una marea di metallari fuori di testa, é un bellissimo paese... adoro essere qui.

Heli: Quindi com´é andata l´ultima volta che siete stati in Finlandia con Ensiferum, Volbeat etc.?

Drover: Sí, é corretto. Ci siamo divertiti un sacco. Era il Palazzetto del Ghiaccio giusto? Dove giocano a hockey? Quello é stato il primo concerto di Chris, il nostro chitarrista, dopo aver fatto delle prove con la band qui a Helsinki per due o tre giorni. Sí, quello é stato il suo primo show e ci siam divertiti parecchio. É stato bello.

HV: Voi ragazzi avete davvero dei bei ricordi qui allora!

D: Assolutamente! Non so come voi facciate a dormire con la luce anche di notte. L´altro giorno mi sono svegliato verso le 4 e il sole giá splendeva alto nel cielo!

HV: Sí é vero, ma é comodo se é tardi e se stai tornando a casa da un bar... trovi la via di casa piú facilmente!

D: É vero, anche se tu fossi completamente sbronzo non avresti problemi a ritrovare il tuo hotel. Ma in inverno, al contrario, é quasi sempre buio, no?

HV: Sí, molto buio.

D: É un posto davvero interessante, mi piace. E i finlandesi sono molto passionali.

HV: In generale hai qualche ricordo speciale legato ad un festival? Ad esempio ho visto un video di uno dei vostri concerti tratto dall´Hellfest 2007 in Francia e sembra davvero fantastico... tutto il pubblico cantava in coro a gran voce "A tout le monde".

D: Pioveva quel giorno, iniziò a piovere davvero forte, ma é stato molto divertente comunque. Ho un paio di amici che vivono proprio appena fuori Parigi e anche loro erano venuti a vedere lo show. Facciamo cosí tanti concerti in giro per il mondo che é difficile ricordarli tutti... ma quello é stato davvero speciale, difficile dimenticarselo. E comunque mi diverto sempre ovunque andiamo, é un lavoro grandioso.

HV: Quindi per te é lo stesso sia che si tratti di un concerto in un festival o di uno show in un locale?

D: Sí é lo stesso perché si tratta di lavoro, e devi sapere farlo bene. Sia che suoniamo per 1500 persone in un teatro o di fronte a 85000 al Sonicsphere con i Metallica in Polonia. Devi dare il meglio di te stesso in ogni caso, anche perché ti pagano per intrattenere la gente e farla sognare con la tua musica. Questo é quello che facciamo. Cerchiamo di rendere felice la gente e soddisfare le loro aspettative il piú possibile, in modo che per loro valga la pena spendere dei soldi per comprare un biglietto e assistere al concerto.

HV: Com´é andato il tour con gli altri “supergruppi”, il Big Four ed il Sonisphere?

D: Ci siamo divertiti proprio tanto. Era come essere ad un campeggio estivo heavy metal. Abbiam fatto amicizia con tanta nuova gente... non avevo mai conosciuto i Metallica di persona e devo dire che sono stati tutti molto amichevoli. Ce la siamo spassata, abbiam fatto 7 date insieme, spero ce ne saranno altre in futuro. Non so se ci saranno altri eventi come questo Big Four, io spero di sí. Staremo a vedere.

HV: Quindi é stata un´esperienza positiva?

D: Un´esperienza fantastica, direi. Credo che tutti quelli coinvolti la pensino come me. Ci siamo tutti divertiti da matti.

HV: E com´é stato invece il ventesimo anniversario di Rust in Peace?

D: É stato bello, oggi non lo faremo perché quando suoni in un festival potrebbe accadere di non riuscire ad avere 90 minuti per suonare. Cerchiamo di suonare il piú possibile; solitamente quando siamo headliner suoniamo l´intero album. Abbiamo registrato il concerto del ventesimo anniversario per un dvd, che credo uscirá quest´anno. É stato divertente, i fan erano davvero esaltati... é un bel disco da suonare.

HV: Lo show è stato trasmesso anche nei cinema, giusto?

D: Sí, quello del Big Four. Verrá pubblicato anche quello su dvd alla fine di quest’anno. Ed é fantastico che lo abbiano mostrato anche nei cinema. I miei figli l´hanno visto in un teatro ed era davvero figo. E’ un’altra cosa grandiosa. Quest´anno sono successe diverse cose, abbiamo realizzato un nuovo album, i dvd, tanti festival e la cosa del Big Four. É stato un grande anno, ne siamo davvero contenti.

HV: Cosa ne pensi del vostro ultimo disco?

D: Credo che sia un lavoro davvero buono, ne siamo soddisfatti. Le canzoni sono molto solide e sono soddisfatto anche della produzione. L´intero album é un buon risultato e al suo interno vi sono canzoni con diversi generi di metal, non solo veloci e aggressive.

HV: Quindi non è certo mancata l’ispirazione durante il processo creativo dell´album?

D: No, non credo. *ride* Anche dopo molti anni riusciamo ancora a trovare l´ispirazione per comporre. Ma puoi andare avanti comunque. Credo per noi sia cosí perché amiamo suonare ed é questa la ragione numero uno per cui andiamo avanti. E, ovviamente, abbiamo sempre un sacco di fan che aspettano di sentirci suonare ed é importantissimo perché ci ispira, é linfa vitale. Continuo a ribadirlo! *ride*
No ma a parte gli scherzi é la veritá, siamo ancora molto ispirati. Dopo tanti anni potreste pensare che non lo siamo piú, ma in realtá lo siamo... decisamente. Continueremo ció che amiamo fare. Cerchiamo sempre di dare il massimo e cerchiamo di rendere felice il maggior numero di persone possibile. A volte un disco é migliore dell´altro ma tu dai sempre il meglio che puoi. Il risultato di questo disco é veramente buono, e sia i fan che la critica lo confermano. Siamo grati di tutto ció.

HV: Qualche chicca in serbo per il concerto di oggi?

D: No, niente di speciale. Faremo quel che siamo soliti fare e via. Non sappiamo ancora di preciso quali canzoni sceglieremo e tutto il resto. É un altro show e facciamo il nostro lavoro.

Intervista di  Heli Valkama (traduzione di Silvia Barba)

Archivio Foto


Recensioni demo

Siamo alla ricerca di un nuovo addetto per la sezione DEMO, gli interessati possono contattare lo staff di Holy Metal, nel frattempo la sezione demo rimane temporaneamente chiusa.

Wofango Patacca

Segui le avventure di Wolfango Patacca il boia di