Il portale della musica Heavy Metal

www.holymetal.com
 
 
 
sei in Home » Recensioni » 5Head - "Pavojus" (Autoprodotto/***)
elenco recensioni

5Head - "Pavojus" (Autoprodotto/***)

Line up:

Adriano: voce
Eros: chitarra
Zanna: basso
Aldo: batteria
 

voto:

7,5
 

recensione

In occasione del ritorno in pista ufficiale dei lecchesi 5Head, mi sembra quantomeno doveroso recensire il loro demo di debutto “Pavojus”, col quale hanno già avuto occasione di farsi conoscere in zona e non solo.
Anche se mi sento letteralmente un pesce fuor d’acqua nel parlare del metal core proposto dal quartetto in questione, proverò a non tirare fuori dal cilindro castronerie di dimensioni spropositate!
I tre brani che compongono “Pavojus” hanno comunque tutti i requisiti per risultare graditi agli amanti di tale moderno genere, a partire dalla produzione super pompata e professionale, passando per la rabbia compositiva e chiudendo con la perizia tecnica di tutti i membri coinvolti.
Già da “Celebrate” si intende subito il volere dei Nostri, i tempi rallentati dettati dal riffing perpetuo di Eros che sembra brandire una motosega più che una chitarra, scaturiscono sferzate tirate al limite dell’ Hard Core, con sugli scudi le efficaci e mai lineari partiture di batteria a cura di Aldo, doppiato dalle corde percosse dal bassista/polipo Zanna.
Anche la voce del mascherato Adriano, solito ad indossare un passamontagna blu on stage, ricalca ciò che gli stilemi del metal core richiedono, urla belluine che accompagnano la rabbia lirica dei 5Head, squarciate da struggenti parti in clean, come nel refrain della seconda traccia “Boom Boom Boom”.
La bontà d’esecuzione dei 5Head è fuori discussione, così come l’indice di gradimento del genere stesso tra le nuove leve del metal, andando a toccare (e spero di non sbagliare!) il sound di noti acts quali Trivium, un pizzico di Meshuggah ed infine gli onnipresenti Pantera, se non altro per le rasoiate della sei corde di Eros.
“Clap Clap” chiude il breve massacro di “Pavojus”, mostrandoci forse il lato più melodico dei 5Head e registrando un riuscitissimo assolo che spezza il ritmo della song stessa.
Forse ai 5Head manca solo un po’ di visibilità nell’ambito già sovraffollato del metal odierno, per il resto hanno le carte in regola per scatenare salti e stage diving su qualsiasi palco dovranno calcare, bentornati alle cinque teste quindi, che la violenza continui!


Recensione di Alessio Aondio

tracklist

  1. Celebrate
  2. Boom Boom Boom
  3. Clap Clap

MetalNation WebTV

 

Archivio Foto

 

Recensioni demo

Le band che volessero inviare il proprio materiale possono scrivere a blindearth777[at]yahoo.it

Wofango Patacca

Segui le avventure di Wolfango Patacca il boia di holymetal.com