Il portale della musica Heavy Metal

www.holymetal.com
 
 
sei in Home » Recensioni » Wintersun - "Wintersun" (Nuclear Blast/Audioglobe)
elenco recensioni

Wintersun - "Wintersun" (Nuclear Blast/Audioglobe)

Line up:

Jari Maenpaa - Vocals, Guitars, Bass, Programming
Kai Hahto - Drums
 

voto:

8
 

recensione

I Wintersun sono il progetto del finlandese Jari Maenpaa che recentemente ha abbandonato gli Ensiferum. In questa nuova avventura il singer e polistrumentista finlandese è accompagnato solamente dal batterista Kai Hahto che viene da un gruppo grind chiamato Rotten Sound. La proposta del gruppo è simile a quella proposta dai vecchi Amorphis, dai Children of Bodom, insomma un death/black metal di stampo melodico e a tratti orchestrali anche se ben condito da accelerazioni più power e da cori e melodie epiche riprese dalla band precedente del singer, gli Einsiferum appunto, rendendo questo lavoro ben più fresco di tante uscite di questo genere. L'opener Beyond the Dark Sun (per la quale è stato pure girato un video) è un brano molto veloce, con parti più power e parti più vicine al black melodico. Buona la voce di Jari, che piazza oltre allo screaming tipico del genere anche qualche minuscolo accenno di voce pulita, accenni che qua e là nell'album si faranno sentire di più. Con la successiva Winter Madness la velocità si alza ancora per un pezzo black tiratissimo, condito da ottimi cori che fanno da sottofondo al verse. Ottime le melodie di chitarre sparse qua e là. Sleeping Stars è molto più cadenzata e le tastiere prendono il sopravvento. Il cd scorre bene, alternando brani più cadenzati e epici come Death and the Healing ad altri più veloci come ad esempio Battle Against Time che si distingue per degli ottimi e epicissimi cori e delle bellissime parti di voce pulita, forse la canzone più rappresentativa di questo cd. Voce pulita che diviene protagonista nella già citata Death and the Healing, ricca anche di dolci arpeggi acustici. Starchild riprende un pò le melodie più folkeggiose degli Ensiferum nella parte iniziale, per poi evolversi con ritmiche più vicine al thrash che all'epic, più vicine a quanto fatto di recente dai Children of Bodom, mantenendo comunque una propria personalità. La prova offerta dai musicisti è ottima, con un egregio lavoro dietro le pelli di Kai Hahato. La produzione è nitida ma al tempo stesso potente, più che ottima considerando che si tratta di un album di debutto. Insomma un cd fresco, che si lascia ascoltare più e più volte senza annoiare, una gradita sorpresa!

Recensione di Simone Bonetti

tracklist

  1. Beyond The Dark Sun
  2. Winter Madness
  3. Sleeping Stars
  4. Battle Against Time
  5. Death And The Healing
  6. Starchild
  7. Beautiful Death
  8. Sadness And Hale

Archivio Foto

 

Recensioni demo

Siamo alla ricerca di un nuovo addetto per la sezione DEMO, gli interessati possono contattare lo staff di Holy Metal, nel frattempo la sezione demo rimane temporaneamente chiusa.

Wofango Patacca

Segui le avventure di Wolfango Patacca il boia di holymetal.com