Il portale della musica Heavy Metal

www.holymetal.com
 
 
sei in Home » Recensioni » Warrior Soul - "Destroy The War Machine" (Silversonic/Andromeda )
elenco recensioni

Warrior Soul - "Destroy The War Machine" (Silversonic/Andromeda )

Line up:

Kory Clarke - Vocals
Johnny H - Guitar
Rille Lundell - Guitar
Janne Jarvis - Bass
Johan Linstrom - Drums
 

voto:

7
 

recensione

I Warrior Soul sono il classico esempio di talenti incompresi, nella loro importante storia hanno dato un forte contributo all'urlo di rabbia contro il sistema, rimanendo però sempre incastrati a quel livello che precede il grande salto. Attivi dal 1990, questi americani hanno dato alle stampe una serie di validissimi album di hard rock on the road dalle tematiche ribelli, destino ha voluto poi che per una serie di sfortune nel 1995 la pubblicazione di "'Space Age Playboys" segnò il canto del cigno di un gruppo mai compreso totalmente. La storia è però a volte imprevedibile e certe strade interrotte fanno magicamente ritorno quando meno lo si aspetta, ecco cosi che nel 2007 lo storico frontman Kory Clarke decide di riformare l'anima guerriera con una formazione del tutto inedita, la quale prenderà parte a diverse esibizioni di successo, il tutto fino ad arrivare a questo nuovo capitolo discografico, "Destroy The War Machine". Il disco è tutto quello che un fan della band potesse chiedere, viene infatti salvaguardato al 100% lo stile musicale diventato trademark della band, hard rock stradaiolo senza compromessi, urlante vendetta e disprezzo verso questo sistema opprimente. L'ascolto fila via piuttosto piacevolmente, le 8 tracce presenti riescono persino a non far rimpiangere i bei tempi andati, non stonando di una virgola rispetto al vecchio operato dei newyorkesi. Ben marcate sono come sempre le liriche, piene di rabbia e buttate in faccia senza troppi giri di parole, è il caso di citare l'adrenalinica intro "Pigs" e la seguente "The Fourh Reich". Il resto della tracklist è compatto e fedele ai cardini gia citati, i Warrior Soul sono questo, nessuna qualsivoglia novità o sperimentazione, solo una fottuta voglia di far aprire gli occhi alla gente attraverso il loro rock cazzutissimo.
Un gradito ritorno quindi per Clarke e i suoi Warrior Soul, nonostante la loro proposta non sarà mai seguita intensamente a livello internazionale come altre realtà dobbiamo solo sperare che questo urlo rabbioso possa continuare ancora a lungo.

Recensione di Thomas Ciapponi

tracklist

  1. Pigs
  2. The Fourth Reich
  3. Motor City
  4. Don't Believe
  5. Burning Bridges
  6. Bad New Rock'n' Roll Boyfriend
  7. She's Glaswegian
  8. Knocking 'Em Down (In The City)

Archivio Foto

 

Recensioni demo

Siamo alla ricerca di un nuovo addetto per la sezione DEMO, gli interessati possono contattare lo staff di Holy Metal, nel frattempo la sezione demo rimane temporaneamente chiusa.

Wofango Patacca

Segui le avventure di Wolfango Patacca il boia di holymetal.com