Il portale della musica Heavy Metal

www.holymetal.com
 
 
sei in Home » Recensioni » Helstar - "Glory Of Chaos" (AFM Records/***)
elenco recensioni

Helstar - "Glory Of Chaos" (AFM Records/***)

Line up:

James Rivera: voce
Larry Barragan: chitarra
Rob Trevino: chitarra
Jerry Abarca: basso
Michael Lewis: batteria
 

voto:

8
 

recensione

Tornano, dannazione se tornano, gli Helstar, una delle mie “fisse” in ambito Heavy Metal, ovvero uno di quei gruppi che vai avanti ad ascoltare ad oltranza e scopri di amarne ogni volta qualche sfaccettatura in più, si perchè i cinque di Houston non deludono mai, nemmeno con “Glory Of Chaos”, settimo album di inediti di una carriera lunga più di 25 anni!
Spazio subito alla musica, dopo la breve intro apocalittica, “Angels Fall To Hell” si rivela un'opener grandiosa, in puro stile Helstar, sferzati in questo 2010 da un sound ancor più arcigno, che porta l'encomiabile Rivera a delle vocals più aggressive del solito e, il meglio ancora a da venire!
Segue “Pandemonium”, sostenuta da un riff accostabile al Thrash, data la violenza con la quale le ritmiche degli inossidabili Barragan/Trevino si scagliano nei nostri malcapitati stereo, salvo poi aprirsi in un sostenuto mid tempo e, l'ennesimo, azzeccatissimo refrain, indiscutibile trademark dell'act texano.
Da rimarcare innanzitutto la prestazione di Michael Lewis, nuovo (e sconosciuto!) drummer che sostituisce il longevo Russ DeLeon con grande qualità, inserendo tempi mozzafiato e passaggi di pura intransigenza sonora, se il buongiorno si vede dal mattino...
“Monarch Of Bloodshed”, per chi scrive l'highlight di questo album, possiede una partenza Testamentiana ma, si rivela una Helstar track al 100%, memore di una performance sopra le righe del solito Rivera, che modula la sua ugola su maligne liriche d'accusa contro la chiesa cattolica.
Il poker successivo è un'iniezione di arcigno Us Power, dato che “Bone Crusher” non ha bisogno di essere introdotta con un titolo del genere, mentre “Summer Of Hate” si rivela una cavalcata verso la malata personalità di Charles Manson, perfettamente narrata dal Calimero dell'Heavy Metal, che ci fa “tirare il fiato” solo un attimo, prima di “Death Trap”, ancora al limite col Thrash, vergata dalle due asce che con partiture assassine (sentire il cambio di tempo prima dello splendido solo!), non ci lasciano scampo, mosh or die, così come “Anger”, altro brano da cervicale, che sicuramente contribuisce a togliere dubbi a chi pensi che gli Helstar siano invecchiati.
“Trinity Of Heresy” è un'altra gemma di Power a Stelle e Strisce, con il suo giro circolare sostiene le linee di un Rivera perfetto (anche se, ditemi voi, quando mai ha cantato male?) sia nell'interpretazione virile, sia nello stacco arpeggiato che richiede enfasi e oscuro phatos, doti da sempre insite nel piccolo grande singer!
“Alma Negra” è l'ultima legnata di “Glory Of Chaos”, (prima della siderale outro “Zero One”), fatta di un tempo tiratissimo che non regala nemmeno un secondo di riposo all'ascoltatore e si congeda con un'incazzatissima prova di James, prima del mid tempo, nel quale lo stesso si sdoppia tra la sua usuale e riconoscibilissima tonalità e la nuova scelta malata!
In definitiva, se non ci siamo intesi, gli Helstar A.D. 2010, sono ancora più arrabbiati, cupi e tremendamente malvagi, riuscendo come al solito a non risultare MAI monocordi o scontati, grazie ad una preparazione strumentale sopra la media, al grande gusto del fondatore Larry Barragan (ben coadiuvato dagli altri s'intenda!) e, ad un cantante unico ed inimitabile come James Rivera, la coerenza fatta persona, tanti sono i dischi Heavy/Power ai quali a preso parte, senza MAI (s)vendersi, MAI cambiare genere e SEMPRE raggiungendo ottimi risultati, “Glory Of Chaos”, uno dei “buy or die”di quest'anno, impossibile resistere!!!


Recensione di Alessio "Evil Reign" Aondio

tracklist

  1. Angels Fall To Hell
  2. Pandemonium
  3. Monarch Of Bloodshed
  4. Bone Crusher
  5. Summer Of Hate
  6. Deathtrap
  7. Anger
  8. Trinity Of Heresy
  9. Alma Negra
  10. Zero One

Archivio Foto

 

Recensioni demo

Siamo alla ricerca di un nuovo addetto per la sezione DEMO, gli interessati possono contattare lo staff di Holy Metal, nel frattempo la sezione demo rimane temporaneamente chiusa.

Wofango Patacca

Segui le avventure di Wolfango Patacca il boia di holymetal.com