Il portale della musica Heavy Metal

www.holymetal.com
 
 
sei in Home » Recensioni » Nirnaeth - "Thrown Athwart The Darkness" (Autoprodotto/***)
elenco recensioni

Nirnaeth - "Thrown Athwart The Darkness" (Autoprodotto/***)

Line up:

Yamaël - batteria
Zigouille – voce
Malaria – basso
Mutill – chitarre
 

voto:

8
 

recensione

Direttamente dalla Francia è giunta a noi di Holymetal la proposta musicale dei Nirnaeth, quartetto formatosi nel 2001 per volontà del chitarrista Mutill e del bassista Malaria, il cui sogno era quello di creare un gruppo che riunisse molteplici influenze musicali sotto il comune denominatore del black metal. Presto ai due fondatori si sono uniti il potente batterista Yamaël e il cantante Zigouille, grazie ai quali la formazione si è completata ed ha iniziato ad esibirsi live in giro per la Francia e a registrare il primo demo Nothing But Ashes. Incoraggiati dal successo riscosso, i Nirnaeth hanno poi registrato nel 2006 il promo cd Thrown Athwart The Darkness (il cui titolo richiama l’omonimo poema dello scrittore Percy Bysshe Shelley). Devo confessare che il lavoro del quartetto francese mi ha impressionata fin dal primo ascolto, nonostante fossi partita con l’idea che si trattasse dell’ennesima proposta black trita e ritrita: al contrario, mi sono trovata di fronte ad una musica accattivante perché sempre varia, che sperimenta diverse sonorità pur restando fedele alle caratteristiche principali del genere, specialmente nella voce, rigorosamente scream.
Le nove tracce di cui si compone questo lavoro si susseguono piacevolmente, a partire da “Nirnaeth Arnoediad”, che inizia quasi in medias res, ovvero senza alcuna intro, per procedere poi con la tenebrosa “War”, la classica traccia black metal in latino “Et Nox Facta Est”, i ritmi veloci di “Ténèbres”, la superba “Vampire Hunters”, degna di nota per lo splendido lavoro del basso, a seguire “Pentagram Of Flesh” con la sua batteria martellante, la cattivissima “Nothing But Ashes” e la splendida traccia finale “We’ll Be Victorious”, che per la sua maestosità e malvagità è assolutamente adatta ad un contesto live. Dopo l’ascolto dei Nirnaeth non posso che essere entusiasta, perché la loro musica ha davvero molto da dire, e lo fa con grandissimo stile e personalità, e perché il quartetto è la prova provata che la scena francese ha davvero molto da dire al panorama internazionale.

Sito web: www.nirnaeth.com

Recensione di Tiziana Ferro

tracklist

  1. Nirnaeth Arnoediad
  2. War
  3. Et Nox Facta Est
  4. Ténèbres
  5. Vampire Hunters
  6. Black Metal Wrath
  7. Pentagram Of Flesh
  8. Nothing But Ashes
  9. We’ll Be Victorious

Archivio Foto

 

Recensioni demo

Siamo alla ricerca di un nuovo addetto per la sezione DEMO, gli interessati possono contattare lo staff di Holy Metal, nel frattempo la sezione demo rimane temporaneamente chiusa.

Wofango Patacca

Segui le avventure di Wolfango Patacca il boia di holymetal.com