Il portale della musica Heavy Metal

www.holymetal.com
 
 
 
sei in Home » Live report » titolo dell'intervista
Torna indietro

Folkstone - 4/7/2011 - Rock’n’Roll Arena - Romagnano Sesia (NO)

Sabato sera…
Alle 21 arrivo nel parcheggio della Rock’n Roll Arena, altra tappa del tour 2012 dei Folkstone e già un nutrito gruppo di fans è in coda. I “Guerrieri Orobici” stanno promuovendo alla grande il nuovo album “Il Confine” che da nome al tour.
21.30 spaccate si aprono le porte del locale, ormai tappa “quasi obbligata” nei tour live…
Dopo qualche minuto mi imbatto nei Folkstone che si stanno rilassando prima dell’inizio della serata.
Mi fermo con Edo a chiacchierare sull’andamento del tour, è entusiasto e carico per la serata. A noi si aggiungono alcune fans che fanno un piccolo “omaggio” a Edo…
Arrivano le 23…
Buio … Fumo…. E le prime note de “Il confine”, pezzo che da titolo all’abum.
Lore è carico il pubblico lo segue cantando e pogando….
Seguono “Grigie Maree”, “Non sarò mai”, “Lontano dal niente” e “Briganti di Montagna”…
Prima pausa… Lore introduce il pezzo che più ha destato “scalpore” del nuovo album per motivi extra musicali, “Simone Pianetti”, raccontando l’ormai famosa storia dell’anarchico Brembano vissuto nella seconda metà del ‘800…
E via via “Anime Dannate”, “Terra Santa”, “Ombre di Silenzio”, “Anomalis”, “Omnia Ferta Aetas”, “Nebbie”, “Frerì”, “Frammenti”, “Un’altra volta ancora”…
Un giusto mix tra gli storici successi dei Folkstone e il nuovo album che caricano il pubblico che non smette mai di cantare e pogare…
E arriva la volta del pezzo in inglese “Whiskey in the jar” dove Edo sfoggia l’omaggio delle sue fanS: una “bellissima” parrucca biondo platino… Praticamente inguardabileeeee!!!!!
Anche gli altri componenti del gruppo non riescono a trattenersi dalle risate….
Seguono “Luna”, “In Taberna” e “Con Passo Pesante”….
Il concerto si avvia alla fine…
Ma il pubblico reclama…
I Folkstone seppur esausti ci regalano “Nell’alto cadrò” (sempre toccante nel suo contenuto) con Lore che scende in mezzo ai fans a cantare in coro, “Vortici scuri” per chiudere con “Rocce Nere”…
Quasi tre ore sono volate… Il pubblico è in “delirio” e i Folkstone sono esausti…
Ancora una volta hanno fatto tremare i muri e ballare il pubblico.
Una citazione particolare per il tecnico delle luci… Molto belle ed enfatizzanti.

Report a cura di Andrea Gilardi

MetalNation WebTV

 

Archivio Foto

 

Recensioni demo

Siamo alla ricerca di un nuovo addetto per la sezione DEMO, gli interessati possono contattare lo staff di Holy Metal, nel frattempo la sezione demo rimane temporaneamente chiusa.

Wofango Patacca

Segui le avventure di Wolfango Patacca il boia di holymetal.com